L’Abbadia di Fiastra: il monastero e il bosco

Un perfetto equilibrio tra l’architettura dell’uomo e quella della natura

I GIORNO

MATTINO: Arrivo presso l’Abbadia di Fiastra. L’Abbazia Cistercense di S.Maria di Chiaravalle di Fiastra è considerata la più importante Abbazia fiorita nel Piceno e rappresenta uno dei monumenti più pregevoli e meglio conservati dell’architettura cistercense in Italia. La delicata bellezza dei paesaggio naturale, le dolci colline, la verdissima pianura e una selva rigogliosa fanno da scenografica cornice a questo gioiello architettonico del secolo XII, creato dalla sapienza dei monaci i quali lavoravano più con lo spirito che con le mani. La struttura è perfettamente accessibile e molto suggestiva da visitare.

PRANZO: all’interno del parco sorge un ristorante

POMERIGGIO: Sentiero sensoriale “Il bosco e il fiume” Il sentiero sensoriale è un percorso lungo il quale la scoperta della natura viene effettuata non solo con il senso della vista, ma anche utilizzando l’udito, l’olfatto e il tatto. In particolare in questo sentiero sono state eliminate tutte le barriere architettoniche, al fine di renderlo accessibile a tutti. Esso si svolge in pianura e per percorrerlo si impiegano circa 30 minuti. L’itinerario è caratterizzato da un fondo in ghiaia compattata e rullata ed è delimitato da una staccionata e da un cordolo di legno, alto 10 cm, realizzati al fine di garantire una visita sicura per tutti. Lungo il percorso si trovano sei punti di sosta che richiamano l’attenzione sulla storia del territorio, sulle siepi, sulle particolarità della vegetazione ripariale, sul fiume Fiastra, sul pioppo bianco e sull’importanza degli alberi morti.

Note: possibili integrazioni durante il percorso: visite con guide all’interno dell’Abbazia e per la visita naturalistica

Richiedi tutti i dettagli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Comments are closed.


MoviWorld


Musei e cultura


Siti amici

















 
-->